domenica 12 luglio 2009

Crostata mandorlata


Rinnovando il proposito di sperimentare ricette trovate in rete o sulle riviste, per verificarne l’effettiva fattibilità, mi sono ricordata di questa meravigliosa crostata, preparata l’anno scorso, che ho trovato particolarmente adatta al periodo pasquale. L’ho presa in prestito da “Cucina Moderna Oro: Crostate e biscotti” e vi consiglio vivamente di provarla. Riporto la ricetta così come è descritta sulla rivista in questione e, successivamente, vi descriverò anche le poche modifiche che ho apportato, per mancanza di ingredienti o per semplice fantasia.

Ingredienti:

300g di farina 00
140g di zucchero
1 arancia non trattata
1 limone non trattato
150g di burro
1 uovo intero + 2 tuorli
130g di mandorle spellate
150g di marmellata di arance amare con la scorza
150g di confettura di pere
50g di cioccolato fondente
50g di mandorle a lamelle
Zucchero a velo
Sale

Frullate nel mixer la farina con 120g di zucchero, un pizzico di sale, la scorza grattugiata di mezza arancia e mezzo limone e il burro freddo a dadini. Unite l’uovo e i tuorli e frullate fino a formare una palla. Avvolgetela in pellicola e mettetela in frigo per un’ora.Tostate le mandorle in un padellino per un paio di minuti, lasciatele raffreddare e tritatele al mixer con lo zucchero rimasto. Mescolate le mandorle frullate con la marmellata di arance, la confettura di pere e il cioccolato fondente spezzettato grossolanamente con un coltello.Stendete due terzi della frolla allo spessore di 4-5 mm e rivestite uno stampo a cerniera da crostata di 22 cm di diametro. Bucherellate il fondo ed eliminate la pasta in eccesso. Versate il composto di mandorle e livellatelo. Stendete la frolla rimasta e ricavate tante strisce di 1,5 cm di spessore. Disponetele a grata sulla torta, aggiungete le mandorle a lamelle e premete con le mani per farle aderire alle strisce di frolla. Cuocete in forno caldo a 180° per 45 minuti. Fate raffreddare, spolverizzate con zucchero a velo e servite.
Modifiche personali:1. Non avendo tempo per tostare le mandorle intere, ho acquistato la granella di mandorle in pari quantità e l’ho passata velocemente sul fuoco in una padella.2. La mia marmellata di arance amare proveniva dalla Corsica e qui ricadiamo nel discorso che, gli ingredienti di qualità, rendono una ricetta speciale.3. Ho aggiunto al ripieno anche del cioccolato fondente a pezzetti che ha reso il composto particolarmente gustoso per il contrasto con le marmellate.
Spero che vi piaccia!

Con questa ricetta partecipo alla raccolta Delizia di una crostata, del blog Cuor di Panna


3 commenti:

zuppa ha detto...

ciao! Nel mio blog (nonsparatealcuoco.blogspot.com) c'è una crostata con lo stesso nome della tua, anche se un po' diversa.
La tua mi pare interessante e me la voglio mettere nella lista delle cosa da fare (che per ora è piena di torte)Un saluto!

Nicol ha detto...

#Per zuppa:grazie di essere passata, anche io ho una lista lunghissima delle cose che vorrei preparare :)

fiorix ha detto...

e anche qui tanto di cappello!buonissimaaa i miei complimenti!

Posta un commento