domenica 13 dicembre 2009

La mia Sbriciolata...

Sono le otto e cinquantadue minuti di una domenica mattina qualunque e, dopo una settimana movimentatissima, avrei proprio avuto bisogno di dormire. Invece, stamattina, sono stata svegliata dai miei cani, che abbaiavano per segnalare la presenza di cani intrusi in giardino e, da lì, il mio cervello ha cominciato a lavorare da solo e una vocina continuava a ripetermi: "Nicol, ti ricordi quante cose ancora devi fare, prima che inizi un'altra settimana?". Così, ho iniziato da quella che non mi pesa affatto, cioè l'aggiornamento del blog. Ora siamo qui, io e la mia tazza di the Earl grey, a cercare di ignorare il mondo intero e regalarvi la mia ricetta. Ci sono tante versioni di sbriciolata in giro e, tante sono davvero ottime, così ho pensato:"perchè non divulgare anche quella che fai tu?"; la mia sbriciolata è molto precisa nelle dosi della pasta (la cui ricetta non ricordo più da dove provenga), mentre per il ripieno mi regolo sempre a seconda del mio gusto personale, ciò che conta è che il sapore sia sempre delicato e mai troppo deciso. Vi abbraccio. Buona Domenica a tutti!

La sbriciolata di Nicol.

Ingredienti

Per la pasta:
300g di farina 00
100g di burro a pezzetti e a temperatura ambiente
1 uovo intero
100g di zucchero
la buccia grattugiata di un limone non trattato
una bustina di lievito chimico per dolci

Per il ripieno:
400g di ricotta vaccina
2-3 cucchiai di zucchero a seconda del gusto
150g circa di cioccolato fondente ridotto in scaglie (potete anche metterne un pò di più)
rhum bianco

Preparazione:
In una ciotola, mescolare tutti gli ingredienti per la pasta e amalgamarli tra loro con le mani, fino ad ottenere un composto "a briciole" (è la pasta più semplice che faccia). Da parte (potete anche preparare il ripieno la sera prima e tenerlo in frigo), mescolare la ricotta con lo zucchero, il cioccolato ed il liquore e lasciare riposare. In una teglia da forno, precedentemente imburrata ed infarinata, mettere metà del composto di briciole, avendo cura di pressarlo un pò per creare il fondo  e i bordi della torta. Riempire il guscio di pasta con il ripieno di ricotta e ricoprirlo con le briciole di pasta rimaste, cercando di creare uno strato abbastanza uniforme, ma non perfetto. Infornare, in forno preriscaldato, a 180° per circa 45 minuti. Far raffreddare, sformare su un piatto da portata e, se vi piace (io di solito non lo faccio), spolverizzare con zucchero a velo.

6 commenti:

Federica ha detto...

questa è una delizia unica!mette l'acquolina solo a vederla!

Anonimo ha detto...

decisamente saporosissima!
Vale

MISSBUIO ha detto...

....dormire.......?????????????!!!!!!!!!!!
E chi lo fa più come si deve e quanto basta?!!!
Almeno tu sei magnificamente produttiva!!

mike ha detto...

ma la sbriciolata è lastessa cosa della "sbrisolona"...essendo del profondo sud ho avuto occasione di assaggiarla una sola volta...mi segno la ricetta...bacio

Nicol ha detto...

#Per Federica:sei tu che sei una delizia,baci
#Per Vale: grazie, baci baci
#Per MissBuio:e tu sei un tesoro! =)
#Per Mike: la sbiciolata, non è la stessa cosa della sbrisolona, dolce tipico lombardo, a base di farina bianca e di mais e ricco di mandorle. Spero che la mia semplice sbriciolata ti piaccia, grazie per essere passata a trovarmi :)

Anonimo ha detto...

come si preparano le prussiane non quelle piccole ma quelle grandi grazie

Posta un commento