lunedì 19 marzo 2012

San Giuseppe in dolcezza

Da tempo avevo voglia di provare a cucinare le tipiche zeppole che, dalle mie parti, si preparano per la festa del papà; quest'anno ho avuto l'occasione di farlo per mio marito, soprattutto considerando che, per lui è la prima volta in cui possiamo festeggiare. Già, perché quest'anno aspettiamo la nostra piccola e siamo già genitori, anche se lei non è ancora venuta al mondo. Si muove tanto dentro di me e palesa la sua presenza in ogni modo, per questo, valeva proprio la pena festeggiare!

Come ricetta di riferimento ho preso quella di Salvatore De Riso e ho visto che anche Imma l'ha postata l'anno scorso qui; considerando le sue modifiche (sempre appropriate) ho provato anche io con metà dose una volta (sono venute perfette), con la dose intera un'altra volta (in tal caso, ho dovuto aumentare le dosi di burro, acqua e farina per la pasta bignè, altrimenti il composto risultava troppo liquido). Le ho cotte al forno, per evitare di friggere e perché mio marito le preferisce così. Sono proprio soddisfatta, vi lascio la ricetta e auguro a tutti i papà una felice festa, un abbraccio.

Zeppole di San Giuseppe (ricetta di Salvatore De Riso)

Ingredienti per la pasta bignè:

250 di acqua
100 g di burro
6 g di sale
250 g di farina
8 uova (come Imma nella dose a metà ne ho usate 3)

Ingredienti per la crema pasticcera:

9 uova
150 g di zucchero
350 g di latte
150 g di panna
Scorza di limone e vaniglia
40 g Amido di mais
Sale


Preparazione delle zeppole:

Portare ad ebollizione l’acqua ed unirvi il burro e il sale; fuori dal fuoco, aggiungere la farina tutta insieme e cuocere bene mescolando il composto fino a quando quest'ultimo non si stacca dai bordi. Far intiepidire ed unire le uova intere tutte insieme, lavorando bene con le fruste elettriche. Mettere l’impasto preparato in una tasca da pasticceria con bocchetta stellata e dare la forma a ciascuna zeppola su un foglietto singolo di carta da forno 15x20, se avete intenzione di friggerle, direttamente sulla teglia ricoperta di carta forno, abbastanza distanziate tra di loro, se, invece, come me volete cuocerle al forno.
In caso di frittura, friggere le zeppole, in olio bollente a 180 °C rovesciando direttamente il foglio nell’olio,fino a quando la zeppola si staccherà dalla carta, si gonfierà e si dorerà. Scolarle e lasciarle raffreddare su carta assorbente da cucina. Per la cottura in forno, cuocere a 200°, in forno ventilato, per 25-30 minuti.
Preparazione della crema:

In un tegame sbattere bene i tuorli con lo zucchero, aggiungere, l’amido e un pizzico di sale. A parte scaldare il latte e la panna con la scorza di un limone e, se piace i semi di una bacca di vaniglia. Aggiungere il latte al composto di uova e far cuocere la crema fino a quando non "vela" il cucchiaio; appena pronta la crema deve essere messa in un altro contenitore (meglio d’acciaio) e coperta con pellicola trasparente per alimenti.
Una volta pronto tutto, spolverizzare le zeppole con zucchero a velo e riempire la parte centrale con la crema pasticcerà, Guarnire con amarene sciroppate (io ho utilizzato quelle del mio giardino...buonissime).

1 commento:

Simo ha detto...

strepitose!
io da buona lombarda polentona non ho mai cucinato una zeppola in vita mia...preferisco addentarla con voluttà!!!!!!!!
Che delizia..........

Posta un commento

Posta un commento